In Jerp le distinte base non sono un semplice elenco di articoli.

Le distinta base dei materiali configurabili consentono di parametrizzare l'esplosione in funzione delle varianti di prodotto.

Abbiamo integrato nel nostro motore di esplosione un interprete Javascript con cui calcolare i coefficienti di impiego con complesse formule matematiche. Grazie a queste funzionalità distinte base generiche sono gestibili per intere famiglie di prodotto.

Nel caso di alta complessità è possibile creare dei veri e propri programmi di esplosione. Questi possono essere sia procedure javascript che veri e propri programmi Java.

Le distinte base sono multilivello ed è possibile definire livelli fantasma.

In Jerp è possibile creare una struttura di centri di lavoro. Un centro di lavoro può identificare un reparto o una singola macchina.

I cicli di lavorazione invece elencano le fasi/attività necessarie per effettuare una determinata produzione. Le fasi possono essere interne o esterne.

Nel caso di fasi interne è possibile inserire i tempi standard di produzione. I tempi possono essere di attrezzaggio, esecuzione e disattrezzaggio e possono essere calcolati mediante lo stesso motore di script delle distinte ossia mediante javasctipt.

Il sistema totalizza i fabbisogni di capacità produttiva per centro di lavoro tenendo conto sia degli ordini pianificati che degli ordini di produzione. L'operatore può quindi distribuire i carichi di lavoro modificando le date di prevista produzione dei singoli ordini. Il sistema ricalcola in tempo reale i carichi di capacità.

Nel caso di fasi esterne è necessario specificare sul ciclo le informazioni necessarie per la gestione del conto lavoro di fase.

L'MRP è una tecnica che calcola i fabbisogni netti dei materiali e pianifica gli ordini di produzione e di acquisto, tenendo conto della domanda del mercato, della distinta base, dei tempi di approvvigionamento di produzione e di acquisto e delle giacenze dei magazzini.

I fabbisogni indipendenti provengono sia dagli ordini di vendita in caso di pianificazione Make to order o dalle previsioni di vendita in caso di pianificazione Make to Stock. Jerp permette anche approcci misti in cui vengono definite le molalità attraverso cui i fabbisogni cliente consumano le previsioni di vendita.

Jerp elabora prima i prodotti finiti poi pianifica i semilavorati infine le materie prima in questo modo calcola i fabbisogni dipendenti ovvero quelli trasferiti dagli ordini di produzione, che si sommano alla domanda indipendente il sistema stabilisce automaticamente l'ordine di elaborazione.

Il risultato della pianificazione sono le proposte di approvvigionamento che possono essere interne o esterne in funzione dell'approvvigionamento impostato sul codice articolo (make or buy). Il responsabile di pianificazione converte le proposte di approvvigionamento in ordini di produzione o ordini di acquisto.

Nel calcolo della quantità da ordinare intervengono ulteriori parametri dell'anagrafica articoli: stock di sicurezza, minimo d'ordine, lotti multipli di una determinata quantità.

Per le aziende che lavorano a commessa è possibile separare i fabbisogni indipendenti e più in generale la pianificazione per singola commessa. Se ci sono materiali di consumo gestiti collettivamente il sistema li pianifica indipendentemente dalla commessa anche se i fabbisogni derivano da commessa.

L'ordine di produzione raccoglie le informazioni necessarie ad effettuare le lavorazioni di uno o più manufatti.

L'ordine determina i fabbisogni di materiali e manodopera sulla base rispettivamente delle distinte base e dei cicli di lavoro.

L'ordine di produzione può essere stampato ed è confermabile sia per fase che a livello di testata.

Le conferme possono essere anche parziali. In fase di conferma bisogna dichiarare i materiali effettivamente consumati, il sistema propone quantità di materia prima calcolata dalla distinta base. Nel caso di produzione per lotti bisogna indicare quali lotti di materia prima sono stati effettivamente consumati. Il sistema propone i lotti più vecchi ma è possibile modificarli.

E' possibile dichiarare eventuali fermi macchina.

Il sistema calcola i costi effettivi di produzione dell'ordine e li paragona con i consti standard di anagrafica.

Nel conto lavoro di livello il terzista riceve le materie prime ed i semilavorati necessari alla produzione, effettua la lavorazione e restituisce un codice articolo diverso.

I materiali "riforniti" in conto lavoro hanno un "tipo approvvigionamento" specifico. Jerp crea un ordine di acquisto particolare che genera un fabbisogno dipendente per i materiali in distinta base. Jerp permette di creare una bolla di consegna per la merce prevista per la lavorazione. Quando si registra l'entrata merce viene scaricato il magazzino del terzista e caricato quello in casa. Il listino dell'ordine di acquisto è quello della sola lavorazione.

Negli ordini di produzione che prevedono fasi esterne è necessario indicare quale terzista effettua la lavorazione e la sua tariffa. Queste informazioni vengono calcolate dal sistema sulla base di opportune anagrafiche.

Jerp permette di creare le consegne per l'invio dei materiali legati ad una specifica fase e di gestire i rientri. Jerp effettua la maturazione dei conteggi.

Abbiamo interfacciato Jerp a diverse macchine industriali a controllo numerico. L'ordine di produzione viene passato alla macchina. Quando la macchina termina la lavorazione la conferma viene automaticamente registrata in Jerp. In alcuni casi insieme all'ordine di produzione vengono trasferite le informazioni per il setup.